Come correggere errori o imprecisioni catastali

Di seguito cercheremo di capire come come correggere errori o imprecisioni catastali nella intestazione di un bene immobile, terreno o fabbricato, o nei suoi dati identificativi: cioé come procedere ad una correzione visura catastale.

Correzione visura catastale
Correzione visura catastale

E’ bene partire da alcune precisazioni sull’argomento.

Con il termine Catasto, o più precisamente Agenzia del Territorio, si fa riferimento alla banca dati che raccoglie l’inventario generale di tutti i beni immobili situati sul territorio dello Stato Italiano, esso è redatto al fine di potere individuare la proprietà dei beni immobili (funzione di pubblicità immobiliare) e di determinare la base imponibile per l’applicazione delle imposte fondiarie. Per svolgere questa funzione il Catasto raccoglie l’insieme di tutti i documenti, delle mappe e delle planimetrie inerenti i beni immobili o i terreni.

Tale banca dati deve necessariamente riportare dati corrispondenti allo stato di fatto delle cose, quindi essere costantemente aggiornata; per questo motivo la legge impone di comunicare prontamente all’Agenzia del Territorio ogni variazione dei dati relativa ai beni immobili o ai terreni.

Come correggere errori ortografici o imprecisioni nella intestazione catastale di un immobile

Fatte tali brevi premesse, per rispondere alla domanda iniziale: Come correggere errori o imprecisioni catastali? O, per la precisione, per correggere dei meri errori nella intestazione del bene immobile o nei dati identificati dello stesso, bisogna ricorrere al servizio di correzione di intestazione catastale che viene espletato con la correzione di visura catastale.

Correzione visura catastale a cosa serve

In questo caso il proprietario del bene, o un suo delegato, deve prontamente procedere alla correzione di errori catastali o di incongruenze, dovute a meri errori ortografici o imprecisioni, relative alla intestazione catastale di un bene immobile, cioé errori o imprecisioni relative ai dati del proprietario del bene:

  • nome;
  • cognome;
  • data e luogo di nascita;
  • codice fiscale;
  • diritto o quota di possesso;
  • annotazioni.

e/o ad errori presenti nei dati  identificativi dell’immobile:

  • indirizzo;
  • numero civico;
  • piano;
  • scala;
  • numero di interno;
  • lotto;
  • edificio;
  • consistenza.

Nel caso, invece di una vera e propria variazione del proprietario del bene bisogna procedere con una voltura catastale; nel caso di una variazione nei dati tecnici dello stesso (per esempio per un frazionamento)  si deve procedere con i la presentazione di altre pratiche previste nella sezione servizi tecnici.

N.B.: Il servizio non è disponibile per le provincie di Trento e Bolzano e dove è in vigore il Catasto Tavolare.

Correzione visura catastale e voltura catastale differenze.

Correzione visura catastale  Voltura catastale
Perché dovete procedere alla variazione catastale?
Errori o imprecisioni  Modifica del/dei proprietari del bene per trasferimento della proprietà o altri diritti reali
Quali dati dovete modificare?
Intestazione catastale e/o dati identificativi del bene immobile:

  • nome, 
  • cognome,
  • data e luogo di nascita,
  • codice fiscale,
  • diritto o quota di possesso,
  • annotazioni,
  • indirizzo,
  • numero civico,
  • piano,
  • numero dei vani.

 

Intestazione catastale e voltura di documenti non presenti in banca dati:

  • nome, 
  • cognome,
  • data e luogo di nascita,
  • codice fiscale.

N.B.: Il servizio è disponibile per tutto il territorio nazionale, ad esclusione delle Province di Trento e Bolzano e dove è in vigore il Catasto tavolare.

 

Acquista ora i prodotti menzionati in questo articolo!

 35,00 Iva inclusa
Tempo di evasione: Entro 30 gioni lavorativi
 41,00 Iva inclusa
In Offerta!
 24,00 Iva inclusa
Tempo di evasione: 2 ore lavorative
 47,00 Iva inclusa
Tempo di evasione: pochi minuti lavorativi
A partire da  180,30 Iva inclusa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: